Regolamento Interno – Capo V – Regolamenti delle sedi nautiche delle strutture periferiche

Capitolo IV Capitolo VI

23. Regolamenti delle sedi nautiche delle strutture periferiche.

Considerato che:

  • le strutture periferiche titolari di concessioni demaniali per posti barca di unità da diporto sono tenute a disciplinare con proprio regolamento interno l’assegnazione / mantenimento di posti barca ai soci con l’applicazione della graduatoria di merito
  • i predetti regolamenti locali devono risultare conformi alle norme ed ai principi contenuti nel regolamento nazionale.

Si precisa quanto segue:

  1. La sezione gestisce un registro (elettronico) di tutte le unità di proprietà della struttura periferica o dei soci, distinta per gli ormeggi in Darsena ed i rimessaggi al Centro Sportivo. Il registro contiene il nominativo del socio assegnatario unitamente ai dati identificativi e tecnici dell’unità, aggiornato in coerenza con i dati inseriti nella procedura telematica di iscrizione al Registro del naviglio della Lega Navale Italiana (come da relative domande presentate dai soci sull’apposito modulo), e con le etichette annuali stampate dalla procedura telematica, da apporre sulla tessera del naviglio per attestarne la validità;
  2. Le modalità, l’elenco della documentazione richiesta ed i termini di presentazione della doman­da per l’inserimento dei punti delle attività svolte nella graduatoria di merito sono definiti nell’art. 15 del presente regolamento;
  3. La possibilità di assegnare punti valevoli per l’inserimento nella graduatoria di merito è regolamentata dal precedente articolo 14, nei limiti stabiliti dalla Tabella allegata al presente regolamento. Il punteggio massimo complessivo attribuibile in relazione a specifiche attività locali o a particolari benemerenze dei soci non può essere superiore a 2 punti;
  4. Rientra nelle facoltà degli organi di governo della struttura periferica la variazione dei posti barca nell’ambito della sede nautica (Darsena e Centro Sportivo), per motivate necessità tecniche, operative o organizzative, da formalizzarsi con apposita delibera;
  5. E’ obbligo del socio assegnatario di comunicare formalmente alla struttura periferica ogni uscita in mare che si protragga oltre le 48 ore, nonché la prevista durata dell’assenza;
  6. E’ facoltà del C.D. della sezione di utilizzare temporaneamente il posto barca vacante, per esigenze della sede ovvero di ospitalità nei confronti di soci di passaggio;
  7. È obbligatorio per i soci che effettuano uscite in mare con natanti propri o della sezione registrare le stesse sul Registro delle Uscite in mare delle basi nautiche (Allegato n. 4) e attenersi al rispetto delle normative di sicurezza e ambientale vigenti e delle ordinanze applicabili dalla Capitaneria di Porto.

24. Approvazione dell’assemblea dei soci.

Il regolamento della sede nautica della sezione è emanato con deliberazione del C.D., soggetta all’approvazione dell’assemblea dei soci della sezione, convocata ai sensi dell’art. 24 del Regolamento allo Statuto.

Le maggioranze previste per l’approvazione sono quelle dell’assemblea ordinaria dei soci.

25. Controllo della Presidenza Nazionale

I regolamenti delle sedi nautiche delle strutture periferiche di cui al precedente articolo 23, sono soggetti quale condizione integrativa dell’efficacia, alla ratifica della Presidenza Nazionale.

Successivamente all’intervenuta approvazione da parte dell’assemblea dei soci della struttura periferica, i regolamenti delle sedi nautiche delle SS.PP. sono da considerarsi parte integrante del regolamento nazionale, sia pure con efficacia limitata alla struttura periferica di provenienza.

La mancata conformità dei predetti regolamenti o delle singole norme regolamentari alla legge, allo Statuto e ai Regolamenti Nazionali della L.N.I., ne determina ipso facto la nullità che può essere rilevata:

  • – d’ufficio dalla Presidenza Nazionale;
  • – su proposizione dell’organo decidente in sede di ricorso di cui all’art. 16;
  • – su istanza di almeno un decimo dei Soci Ordinari della Struttura Periferica da trasmettersi per il tramite del Presidente della Sezione che dovrà provvedere all’inoltro entro 30 giorni dalla ricezione dell’istanza corredandola del proprio parere.